PALAZZOBLU FONDAZIONE

L’alternanza scuola-lavoro del Liceo Russoli

Ieri nell’Auditorium di Palazzo Blu è stato presentato il progetto di alternanza scuola lavoro condotto dalla Kinzica e Palazzo Blu con il liceo Russoli di Pisa e coordinato dal Prof. Tommaso Megale. Il progetto ha portato alla realizzazione di una maglietta con una rielaborazione grafica della Clio di Artemisia Gentileschi, un importante dipinto conservato presso Palazzo Blu. Alla presentazione hanno partecipato anche Nicola Posarelli di Esanastri e Virginia del Re, direttrice della Casa della Donna. Marianella Paglianti e Silvia Panichi hanno illustrato il dipinto di Artemisia Gentileschi e sottolineato risvolti interessanti e inediti della pittrice, vissuta nel Seicento.

Il progetto dalle parole degli studenti del liceo Russoli coinvolti nel progetto

Siamo la classe 3B del Liceo Artistico F.Russoli, quest’anno abbiamo partecipato a Impresa in Azione, il programma di educazione imprenditoriale di JA Italia in collaborazione con Camera di Commercio. Il progetto si è successivamente ampliato, cogliendo le nuove possibilità offerte nell’ambito di percorsi di Alternanza scuola – lavoro introdotti dalla legge 107/15.
Il prodotto che abbiamo realizzato è una maglietta serigrafata con la rielaborazione di un quadro importante “Clio musa della storia” della pittrice Artemisia Gentileschi.
Quest’opera fa parte della collezione permanente di Palazzo Blu, uno dei musei della città di Pisa, un luogo speciale in cui la storia del nostro territorio viene conservata e valorizzata.
Per imparare direttamente da chi fa impresa sul territorio abbiamo collaborato con Esanastri, azienda leader nel settore della stampa su un’infinità di materiali.
Il nostro percorso è partito con delle sessioni ideative in cui abbiamo usato gli strumenti del design thinking per trovare un idea di successo.
É stato evidente che a molti interessasse il campo del merchandising e della stampa su tessuto nel settore moda.

Per approfondire queste pratiche abbiamo fatto un workshop con Serpica Naro presso il makerspace dell’associazione di Creiamo in 3D. In questa occasione abbiamo realizzato degli stencil partendo da un progetto grafico, poi gli abbiamo tagliati con la lasercutter e utilizzati per fare un restyle di vecchi indumenti, stampando con colori serigrafici.
I materiali per realizzare questo workshop ci sono stati forniti dall’associazione Remida.
Successivamente ci siamo concentrati sull’industrializzazione della stampa serigrafica. Abbiamo visitato gli impianti industriali di Esanastri studiandone organizzazione e flussi di lavoro.
Con la divisione moda e il marchio tee4two abbiamo iniziato a progettare il nostro prodotto.
Nel frattempo ci incontravamo spesso a scuola per approfondire le competenze imprenditoriali.
Abbiamo avuto l’appoggio di un Dream Coach che ci ha spiegato come costruire il nostro Business Plan.
Abbiamo scelto l’opera d’Artemisia perché come studenti d’arte pensiamo sia fondamentale per promuovere la cultura artistica soprattutto di una figura importante come l’autrice.
Artemisia non è stata solo un’ artista eccellente è stata anche un’ imprenditrice.
Questo ci ha dato la possibilità di promuovere la nostra cultura nazionale e locale.
Vista l’importanza simbolica di Artemisia Gentileschi, parte del ricavato sarà devoluto all’associazione Casa delle Donne di Pisa.