Autoritratto, olio su plexiglas

Già nel 1948 la sua attenzione si era rivolta verso tematiche urbane che denunciavano l'annichilimento prodotto dalla realtà industriale. Lo stesso anno, in occasione della dura repressione che si scatenò nel Mezzogiorno in seguito all'occupazione

Leggi altro

Ritratto di Lelio Franceschi, olio su tela

Fu essenzialmente scultore, e solo occasionalmente si dedicò alla pittura. La circostanza è del resto resa bene evidente da questa serie di ritratti dei Presidenti della Cassa di Risparmio di Pisa, qualitativamente assai modesta e

Leggi altro

Lungarno a Pisa, olio su tavola

La tavola rappresenta la curva dell'Arno verso la Cittadella, vista da una posizione rialzata per meglio valorizzare la linea falcata delle spallette. 

Leggi altro

Canale dei Navicelli (Porta a mare, fossa dei Navicelli), olio su tavola

Umberto Vittorini, nato a Barga da padre pisano, si stabilì giovanissimo a Pisa, dove fino al 1907 studiò Arte Decorativa presso l'Istituto Tecnico Industriale e poi nella Scuola d'Arte di Lucca. 

Leggi altro

La veletta, tempera su lastra di argento

Ernesto Treccani si unì, giovanissimo, ai gruppi di avanguardia artistica esprimendo un forte impegno sociale e una dichiarata attività politica antifascista, che lo portò a fondare nel 1938 la rivista «Corrente». Intorno a quella data

Leggi altro

Lungarni, olio su tavola

Il modo con cui Vittorini esaminò i lungarni fu nel complesso assai originale, perché costituì uno dei primi e più consapevoli tentativi di allontanare le vedute più tipiche della città.

Leggi altro

Duomo, olio su tavola

Umberto Vittorini, nato a Barga da padre pisano, si stabilì giovanissimo a Pisa, dove fino al 1907 studiò Arte Decorativa presso l'Istituto Tecnico Industriale e poi nella Scuola d'Arte di Lucca.

Leggi altro

Venditore di uccelli, olio su tela

Ghigo Tommasi nasce a Firenze nel 1906 in una storica famiglia di pittori: suoi zii sono infatti i fratelli Angiolo e Ludovico Tommasi ed il loro cugino Adolfo, tra i più noti esponenti della pittura

Leggi altro

Ritratto di Arnaldo dello Sbarba, olio su tela

Il Ritratto riveste un certo interesse in quanto si tratta di una delle rare escursioni di Tealdi fuori dai suoi consueti seppur variati temi paesaggistici.

Leggi altro

Nevicata, olio su tavola

La Nevicata affronta un tema (quello della campagna innevata) variamente trattato da Tealdi, evidentemente affascinato dal gioco delle luci e dei contrasti tonali.

Leggi altro

Porto, olio su tavola

L'opera raffigura con tutta probabilità di una veduta del Porto di Londra, che Tealdi ebbe modo di raffigurare più volte durante il soggiorno nella capitale britannica del 1949.

Leggi altro

Ritratto della madre, olio su tavola

Il dipinto rappresenta la madre intenta alla lettura, in una attitudine che molto fu cara al pittore, perché replicata seppur con varianti in altre opere di quello stesso anno. L'evidente cezannismo della tela costituisce una

Leggi altro

Duomo al tramonto, olio su tavola

L'opera è double-face, in quanto è costituita da due distinti oli inchiodati l'uno contro l'altro sul verso. È una delle rappresentazioni più commoventi della piazza del duomo di Pisa.

Leggi altro

Paesaggio, olio su tela applicata su cartone

Ascanio Tealdi frequentò la Scuola libera di Nudo all'Accademia di Firenze. Nel 1904 si trasferì a Parigi, dove si iscrisse all'Académie Julian, beneficiando dell'insegnamento di Jean-Paul Laurens.

Leggi altro

Campagna pisana a sera, olio su tavola

Umberto Vittorini, nato a Barga da padre pisano, si stabilì giovanissimo a Pisa, dove fino al 1907 studiò Arte Decorativa presso l'Istituto Tecnico Industriale e poi nella Scuola d'Arte di Lucca.

Leggi altro

Campagna barghigiana (Paesaggio toscano), olio su tela

La tela appartiene ad un momento di forte meditazione del pittore su Cezanne, interpretato probabilmente anche sulla scorta di un pensiero rivolto ad Arturo Tosi, quanto era sufficiente a smorzare il rigore geometrico ed intellettuale

Leggi altro

Case e rue Habillon, tempera su lastra d’argento

Si trasferisce nel 1947 a Parigi, che diventerà la sua città, legandosi al sempre vivace ambiente artistico e culturale parigino, con amicizie di importanti letterati e artisti, tra i quali Vlaminck e Villon.

Leggi altro

Paesaggio Toscano (Castelvecchio), olio su tela,

Il dipinto costituisce uno degli esempi più brillanti di quel tema lungamente svolto da Vittorini, consistente nello studio della campagna toscana a lui più cara, come se la distanza fisica da quei luoghi gli avessero

Leggi altro

Via Santa Maria, olio su cartone

Il cartone ritrae come di soppiatto qualcosa del duomo attraverso il cannocchiale di via Santa Maria, all'altezza della chiesa di San Giorgio ai Tedeschi.

Leggi altro

Le mansarde, tempera su lastra d’argento

Orfeo Tamburi si trasferisce in giovane età a Roma, dove compie i suoi studi iscrivendosi nel 1927 al Liceo Artistico e successivamente all'Accademia di Belle Arti. Nella capitale inizia a collaborare a giornali e riviste

Leggi altro
All Rights Reserved