I lumini di San Ranieri, olio su tavola

Luminara di San Ranieri e I lumini di San Ranieri appartengono all'ultima fase della pittura di Alessandro Volpi, collocabile orientativamente a partire dalla fine degli anni '50 fino alla morte dell'artista. 

Leggi altro

Marina, olio su tavola

La tavoletta raffigura uno dei molti motivi tratti da Severini da Marina di Pisa; tuttavia, il tema qui documentato della spiaggia desolata, più che quello della città delle vacanze, costituisce una delle varianti più espressive

Leggi altro

La gabbietta, olio su tela

 "Non credo di inventare niente. Semplicemente i miei occhi ‘vedono' certe cose e le vedono in un ‘certo' modo. Forse è un po' come se io traducessi delle situazioni cromatiche che mi si rivelano e

Leggi altro

San Rossore, olio su tavola

Per Federigo Severini, rinomatissimo ingegnere attivo a Pisa e lungo la fascia costiera della Toscana a partire dagli anni Venti del Novecento, l'attività pittorica costutuì una sorta di respiro creativo dalle cure professionali...

Leggi altro

Nella resa dell'immagine è riconoscibile qualche richiamo alle opere scultoree di Nicola Pisano, ma soprattutto alla drammaticità di quelle di suo figlio Giovanni, entrambi rappresentati esaustivamente nella Mostra della scultura pisana del Trecento, allestita nello

Leggi altro

Archeologia, olio su tela

Ad una figura distesa, singolarmente avvolta dalle sue stesse braccia e gambe, schematizzata in forme semplici e quasi arcaiche, nella quale Raffaele De Grada riconosceva un esempio di "primordialismo sironiano", è affidato il compito, risolto

Leggi altro

Paesaggio, olio su tavola

La pittura di paesaggio rappresenta uno dei filoni nell'intera opera del Volpi. Al Volpi non mancavano riferimenti per poter apprendere un linguaggio che per lui, pittore praticamente autodidatta, non aveva una chiara ascendenza o un

Leggi altro

La pittura di paesaggio rappresenta uno dei filoni nell'intera opera del Volpi. Al Volpi non mancavano riferimenti per poter apprendere un linguaggio che per lui, pittore praticamente autodidatta, non aveva una chiara ascendenza o un

Leggi altro

Natura morta, olio su tavola

La Natura morta in questione potrebbe essere stata realizzata nel corso degli anni '50, grazie ad un possibile accostamento a dipinti di simile soggetto, fattura ed esecuzione, collocabili, quali con maggiore, quali con minore approssimazione, in quell'arco

Leggi altro

Natura morta con clessidra, tempera su tavola di compensato

Pio Semeghini si trasferì a Parigi nel 1899, dove si avvicinò al mondo degli anarchici (Faure, Sembat, Mirbeau) e intrecciò rapporti con gli Italiens de Paris (Modigliani, Soffici, Severini, de Pisis). Dal 1911 al 1914

Leggi altro

Il cieco, olio su tavola

La figura del cieco è un soggetto che è stato più volte affrontato da Alessandro Volpi, sia trattandolo dal punto di vista femminile o maschile, sia stravolgendone i modi di rappresentazione o riproponendo semplici variazioni

Leggi altro

Figura femminile, olio su tavola

La rappresentazione della figura umana e, specificatamente, il ritratto, sono forse gli ambiti che caratterizzano in modo preminente la produzione artistica di Alessandro Volpi. 

Leggi altro

Ritratto della madre, olio su tavola

La rappresentazione della figura umana e, specificatamente, il ritratto, sono forse gli ambiti che caratterizzano in modo preminente la produzione artistica di Alessandro Volpi.

Leggi altro

Natura morta con strumenti musicali, affresco su telaio

I risultati di quest'ultima risoluzione sono ben visibili nella presente Natura morta con strumenti musicali...

Leggi altro

Ritratto del padre, olio su tavola

Soltanto una minima parte delle opere del Volpi è datata e questo rende complesso stabilire una cronologia esatta della sua produzione pittorica. Questi due ritratti paterni potrebbero essere riferiti alla prima fase della vita artistica

Leggi altro

Natura morta con frutta, affresco su supporto di tela

Saetti s'interessò alla tecnica dell'affresco già a partire dagli anni di frequenza dell'Accademia di Bologna; una visita agli scavi di Pompei del 1935 rinnovò nell'artista una certa propensione per la pittura su parete.

Leggi altro

Ritratto del padre, olio su tavola

Alessandro Volpi nacque a Pisa il 25 novembre 1909 da una famiglia di umili origini. L'interesse per la pittura iniziò relativamente tardi, all'incirca all'età di diciotto anni, e fu un incontro casuale, tanto che Volpi

Leggi altro

Natura morta con cocomero, acquerello e matita su carta applicata su tela

Nel 1924 Bruno Saetti si diploma all'Accademia di Bologna, città dove tre anni dopo presenta la sua prima personale, mentre nel 1928 esordisce alla Biennale di Venezia...

Leggi altro

Figure maschili e femminili, litografia

Antonio (Tono) Zancanaro nacque a Padova. La sua passione per l'arte ebbe precoce manifestazione in seguito a ripetute visite, condotte su consiglio del padre, nei musei di Torino e Firenze. Nel 1931 cominciò a disegnare,

Leggi altro

Figure, litografia

Da datare all'ultima fase dell'attività del Volpi, queste Figure ben rappresentano la cifra stilistica che connota questa nuova cifra stilistica emersa a partire dalla metà del settimo decennio del Novecento.

Leggi altro
All Rights Reserved