PALAZZOBLU FONDAZIONE

Opera a Palazzo: La Bohème tra luci e ombre

Sabato 21 Ottobre, ore 18.30, Palazzo Gambacorti, Sala delle Baleari.

Dopo il successo delle Nozze di Figaro e dell’Elisir d’Amore, “Opera a Palazzo” prosegue con il terzo appuntamento: La Bohème. La rassegna, organizzata da Palazzo Blu con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Pisa e del Museo di Palazzo Reale, propone un altro allestimento sostenibile ed innovativo della Compagnia FuoriOpera.

L’Opera
La prima rappresentazione, andata in scena al Teatro Regio di Torino nel 1896, sotto la direzione dell’allora ventinovenne Arturo Toscanini, ha visto un buon successo di pubblico, ma è stata bersagliata a lungo dalle ironie della critica.
La Bohème è un autentico capolavoro: abbondanza di melodia, finezza e chiarezza di stile, suggestiva ambientazione e caratterizzazione dei personaggi, salda e preziosa struttura armonica, strumentale pieno di buon gusto sono i pregi fondamentali e indiscutibili dell’opera.
Ad esse si aggiunge il sentimento lirico delle melodie e la raffinatezza elegante dello stile che risente dell’influsso massenetiano.

La Bohème dipinta in chiaroscuro
FuoriOpera propone una lettura particolare del capolavoro operistico di Puccini, sfruttando una delle tecniche più espressive della pittura italiana del XVI – XVII sec., il Chiaroscuro.
Il forte contrasto di luci e ombre, che diventa una dominante stilistica in questo allestimento, risalta gli aspetti drammatici dell’opera: gli struggenti contrasti nella vita dei quattro bohémien, i cui sogni e aspirazioni si scontrano violentemente con le tenebre invernali della vita nella periferia parigina. Come la manipolazione delle ombre nella pittura, il Chiaroscuro rende più profondi e più tridimensionali i personaggi della Bohéme, cogliendone in pieno il carattere e dando un nuovo significato al fatto che Puccini stesso abbia definito “quadri” le quattro parti della sua opera.

La compagnia
FuoriOpera ha come obiettivo valorizzare la cultura operistica italiana, rendendola “sostenibile” e riportandola ad una dimensione popolare di facile accesso. Le opere sono proposte in forma da camera, ridotte nei tempi e negli spazi, eliminando di fatto le barriere tra pubblico e artisti in un’esperienza totalmente immersiva.

Personaggi e interpreti:
Mimì, MARIACRISTINA CIAMPI
Musetta, SILVIA RICCA
Rodolfo, FILIPPO LYUBOMIROV
Marcello, FILIPPO ROTONDO
Alcindoro, GABRIELE BOLLETTA 

pianoforte: Yuka Goda

Costumi: Fondazione Cerratelli
Regia e Allestimento: Altea Maria Pivetta
Maestro concertatore: Andrea Deutsch Gottfried

INFORMAZIONI
L’ingresso agli spettacoli è gratuito. Per accedervi è necessario prenotarsi ritirando un coupon presso la biglietteria di Palazzo Blu.

Per lo spettacolo di sabato 21 ottobre, la distribuzione dei biglietti sarà a partire dalle ore 14.30 di martedì 17 ottobre, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Si fa presente che lo spettacolo si terrà nella sala delle Baleari del Comune di Pisa.
Si ricorda che possono essere ritirati max. n. 2 coupon a testa.

Informazioni: Biglietteria di Palazzo Blu 050 2204650