- Palazzo Blu

Periodo: XIX

Da un punto di vista numerico, le opere grafiche della Fondazione CariPisa, sono in larga parte rappresentate dal fondo De La Morinière. Le opere dell’artista francese sono centoquindici e tutte inerenti paesaggi cittadini o rurali del circondario. Nella photogallery qui riportata si presenta una piccola raccolta delle opere custodite dalla Fondazione.

Sconosciuta ai maggiori repertori biografici disciplinari, le notizie biografiche relative a mademoiselle De La Morinière, di cui non si conosce neppure il nome, sono assai scarse e frammentarie. Nota la sua partecipazione ai Salons del 1834 e del 1835, dove la giovane artista con lo studio al 32 di rue Vivienne di Parigi presentò alcuni ritratti in miniatura. A Pisa, dove mademoiselle De La Morinière giunse nella primavera del 1837, rimase fino al 1841.

Il primo disegno di mademoiselle De La Morinière raffigura una veduta dei Lungarni, come ricorda la scritta nell’angolo in basso a sinistra, ripresi dalla parte di tramontana dal balcone dell’appartamento di Jean-Baptiste-Etienne Poussielgue situato in Palazzo Parra, accanto a Palazzo Agostini. Dalla camera dell’appartamento del nonno, l’artista francese poteva abbracciare con lo sguardo i tre ponti. Eseguito il 16 maggio 1837, questo disegno, si distingue per l’inedito punto di vista suggerito del resto da ragioni contingenti, è il primo di una serie dedicati dall’artista francese ai lungarni pisani.

Nessuna opera da mostrare