Ritratto di Francesco Roncioni, olio su carta incollata su tela - Palazzo Blu

Ritratto di Francesco Roncioni, olio su carta incollata su tela

Periodo: XVIII

Francesco Demetrio Roncioni fu figlio di Angiolo e Dorotea. Le cronache lo ricordano come un bon vivant, uomo curioso della vita, viaggiatore intraprendente e pure capace di gesti forti, come la partecipazione alla campagnia di Russia a fianco delle armate napoleoniche. A lui si deve nel primo Ottocento il rilancio della fattoria di Pugnano, dove impiantò un fortunato allevamento di bachi da seta, nella celebre e bellissima bigattiera progettata da Alessandro Gherardesca. Anche lui si dilettò poi in campo musicale per tenere in vita una tradizione di famiglia.

Il presente ritratto è l’unico della serie dei Roncioni del Desmarais ad essere stato riportato in modo sostanzialmente identico “nell’espressione e nella postura” nel grande ritratto di famiglia.