Le finestre che si illuminano, litografia

Nato a Jesi nel 1910, si trasferisce in giovane età a Roma, dove compie i suoi studi iscrivendosi nel 1927 al Liceo Artistico e successivamente all'Accademia di Belle Arti. Nella capitale inizia a collaborare a

Leggi altro

Neve a Bocca d’Arno, olio su tela

Pizzarello s’interessò più volte al fenomeno, abbastanza inconsueto per Pisa, della caduta della neve, forse perché i giochi cromatici suggeriti dal bianco della neve bene si accordavano a chi faceva del dominio cromatico il proprio

Leggi altro

Veduta, matita su carta

Più "tradizionale" la Veduta, in cui un casolare, nascosto da piante e arbusti, si allinea ad altre piante a comporre la scansione centrale e mediana di un paesaggio colto ancora nel chiarore del giorno, che presenta

Leggi altro

Paesaggio con alberi, matita su carta

In un'immagine dal tessuto di segni fitto e conciso vengono descritti piccoli scorci di paesaggio, presumibilmente della campagna toscana, fonte primaria nella ricerca dell'artista, "globale riferimento di valori". Nel caso di Alberi lo sguardo dell'osservatore viene guidato

Leggi altro

Ardengo Soffici nacque a Rignano sull'Arno il 7 aprile 1879. A tredici anni si trasferì con la famiglia a Firenze: trovò impiego presso una fabbrica di smalti e poi presso un ricco avvocato che gli

Leggi altro

Paesaggio sull’Arno, olio su tela

La tela raffigura il tratto dei lungarni di fronte alla Fortezza Nuova (alias Giardino Scotto), gravemente danneggiata nel corso della guerra, come attestato da quel brano di rovine del palazzo Scotto nei pressi del ricostruito

Leggi altro

Zona industriale, olio su tavola

Nel primo Novecento l’unica zona industriale pisana ritratta più volte dagli artisti locali fu la fabbrica della Saint Gobain, non solo a causa del suo rilevante ruolo all’interno del tessuto economico cittadino, ma forse anche

Leggi altro

Piazza d’inverno (Piazza Santa Caterina), olio su tavola

Il dipinto, come indicato sul retro, uscì vincitore dal IX Premio Nazionale di Pittura di Pontedera col titolo di Piazza Santa Caterina. La tavola venne presentata anche nell’antologica dell’artista del 1963 col titolo di Piazza

Leggi altro

La casa del Berna, litografia

La litografia Casa del Berna riprende ancora una volta un motivo già trattato. Si tratta del panorama che Soffici vedeva dalla sua abitazione di Poggio a Caiano, per la prima volta ritratto in un dipinto del 1923,

Leggi altro

Case e campanile, olio su tela

L'opera Case e campanile si configura come una delle rappresentazioni più acute della piazza del Duomo tra quante affrontate da Pizzarello. Qui infatti il pittore raffigura il complesso non dallo scontato punto di vista della

Leggi altro

La potatura, litografia

Ardengo Soffici nacque a Rignano sull'Arno il 7 aprile 1879. A tredici anni si trasferì con la famiglia a Firenze: trovò impiego presso una fabbrica di smalti e poi presso un ricco avvocato che gli

Leggi altro

Piazza dei Cavalieri, olio su cartone

Il cartone raffigurante Piazza dei Cavalieri costituisce una delle prove più interessanti di Pizzarello, in quanto l’attenzione viene qui concentrata non sugli edifici simbolo della piazza, ma su quel breve slargo tra la chiesa di

Leggi altro

Studio di giovane, recto schizzo di nudo maschile da tergo, verso matita su carta grigio-azzurrina

Il foglio, non riconducibile ad alcuna opera in particolare, raffigura - sul recto - un giovane adagiato su di un fianco; sul verso compare, appena tracciato, uno studio di nudo maschile. Per impostazione e calibratura

Leggi altro

Fiori, acquerello su cartoncino

Nasce a Gragnano (Lucca) il 20 ottobre 1918. Nel 1936 conosce a Roma Mafai, Antonietta Raphaël, Giovanni Stradone, e si reca a Parigi, dove ammira Manet, gli impressionisti, Soutine, Vuillard.

Leggi altro

Casa colonica, olio su cartone

La Casa colonica, datata "agosto 1930", è sempre stata tradizionalmente attribuita a Ferruccio Pizzanelli, nonostante le sua intonazione espressionistica, che ben poco si concilia con il suo stile. In realtà, sulla base di un'attenta analisi

Leggi altro

St. Louis Blues, litografia

L'immagine è ripartita in due metà, quasi che l'artista avesse inteso rappresentare la vista di un interno, attraverso il vetro della finestra: nella parte superiore alcuni volti accennati, frontali, di tre quarti e di profilo,

Leggi altro

Nudo femminile, litografia

La sua vasta produzione pittorica si concentra principalmente su nuclei tematici inerenti figure femminili, ritratte in intimistiche pose assorte e venate di malinconico silenzio, e le nature morte. 

Leggi altro

Nel 1924 si diploma all'Accademia di Bologna, città dove tre anni dopo presenta la sua prima personale, mentre nel 1928 esordisce alla Biennale di Venezia, che lo ospiterà in seguito diverse volte. Presente costantemente, dal

Leggi altro

Composizione, litografia

Nella sua instancabile ricerca nel campo dell'astrattismo geometrico, si distingue per il rigoroso accordo tra l'organizzazione formale, sempre studiata con accorti equilibri strutturali, e quella cromatica, espletata in armonici ritmi di colore. 

Leggi altro

Il contadino, olio su tela

Salvatore Pizzarello iniziò sin da piccolo a dedicarsi al disegno, assecondando una passione che incrementò soprattutto a partire dal 1923, anno del suo trasferimento a Pisa, sua nuova e definitiva patria. Qui si dedicherà totalmente

Leggi altro
All Rights Reserved