La gabbietta, olio su tela

 "Non credo di inventare niente. Semplicemente i miei occhi ‘vedono' certe cose e le vedono in un ‘certo' modo. Forse è un po' come se io traducessi delle situazioni cromatiche che mi si rivelano e

Leggi altro

Natura morta, olio su tavola

La Natura morta in questione potrebbe essere stata realizzata nel corso degli anni '50, grazie ad un possibile accostamento a dipinti di simile soggetto, fattura ed esecuzione, collocabili, quali con maggiore, quali con minore approssimazione, in quell'arco

Leggi altro

La pittura di paesaggio rappresenta uno dei filoni nell'intera opera del Volpi. Al Volpi non mancavano riferimenti per poter apprendere un linguaggio che per lui, pittore praticamente autodidatta, non aveva una chiara ascendenza o un

Leggi altro

Paesaggio, olio su tavola

La pittura di paesaggio rappresenta uno dei filoni nell'intera opera del Volpi. Al Volpi non mancavano riferimenti per poter apprendere un linguaggio che per lui, pittore praticamente autodidatta, non aveva una chiara ascendenza o un

Leggi altro

Archeologia, olio su tela

Ad una figura distesa, singolarmente avvolta dalle sue stesse braccia e gambe, schematizzata in forme semplici e quasi arcaiche, nella quale Raffaele De Grada riconosceva un esempio di "primordialismo sironiano", è affidato il compito, risolto

Leggi altro

Ritratto della madre, olio su tavola

La rappresentazione della figura umana e, specificatamente, il ritratto, sono forse gli ambiti che caratterizzano in modo preminente la produzione artistica di Alessandro Volpi.

Leggi altro

Figura femminile, olio su tavola

La rappresentazione della figura umana e, specificatamente, il ritratto, sono forse gli ambiti che caratterizzano in modo preminente la produzione artistica di Alessandro Volpi. 

Leggi altro

Il cieco, olio su tavola

La figura del cieco è un soggetto che è stato più volte affrontato da Alessandro Volpi, sia trattandolo dal punto di vista femminile o maschile, sia stravolgendone i modi di rappresentazione o riproponendo semplici variazioni

Leggi altro

Natura morta con clessidra, tempera su tavola di compensato

Pio Semeghini si trasferì a Parigi nel 1899, dove si avvicinò al mondo degli anarchici (Faure, Sembat, Mirbeau) e intrecciò rapporti con gli Italiens de Paris (Modigliani, Soffici, Severini, de Pisis). Dal 1911 al 1914

Leggi altro

Ritratto del padre, olio su tavola

Alessandro Volpi nacque a Pisa il 25 novembre 1909 da una famiglia di umili origini. L'interesse per la pittura iniziò relativamente tardi, all'incirca all'età di diciotto anni, e fu un incontro casuale, tanto che Volpi

Leggi altro
All Rights Reserved